Browse By

Municipia S.p.A., Stefano De Capitani: mobilità e qualità dell’aria, scenari futuri tra innovazione e sostenibilità

Che la mobilità incida sulla qualità dell’aria legandosi indissolubilmente al cambiamento climatico e viceversa, lo confermano numerosi studi: in quest’ottica, come osserva Stefano De Capitani sui suoi profili social, la progettazione di ecosistemi digitali gioca un ruolo rilevante nel garantire la sostenibilità dei nuovi modelli di mobilità attraverso un adeguato monitoraggio. L’analisi del presidente di Municipia S.p.A., società del Gruppo Engineering, si concentra sui dati: “Rimanendo nel nostro Paese, in ciascuno dei capoluoghi di provincia il quadro della qualità dell’aria, così come disegnato da Legambiente Onlus per il 2021, registra nella media lo sforamento di almeno uno dei tre valori limite dei marker previsti dall’OMS”. Numeri che dovrebbero già far riflettere le governance locali sull’importanza di definire azioni funzionali “a dimezzare (almeno) la quantità degli inquinanti nocivi per la salute pubblica dispersi nell’aria”.
Ma è anche l’innovazione a portare nuove soluzioni: “Basti pensare alla logistica urbana sostenibile o al controllo in modalità digitale delle aree di parcheggio e degli accessi alle ZTL”. Soluzioni che, come sottolinea Stefano De Capitani, permettono di contrastare il congestionamento del traffico e di contribuire ad abbattere le emissioni nocive di qualsiasi tipo. In questo contesto la progettazione di ecosistemi digitali assume un ruolo fondamentale: “L’evoluzione tecnologica propone una mobilità urbana evoluta e poliedrica. Con il digitale la fruibilità dei mezzi diventa facilmente accessibile ma meno impattante, la connessione delle tipologie di trasporto più fluida e controllata, la strutturazione e l’offerta più articolate ma semplici da gestire, per cui i benefici risultanti sono sia sotto il profilo ambientale che economico e sociale”.
Secondo Stefano De Capitani quindi “la tecnologia porta ad affrontare le dinamiche dei diversi ambiti (traffico veicolare, logistica, mezzi pubblici) in maniera evolutiva fornendo non solo stime, ma soprattutto indicazioni per progetti custom-made che si calano sulle realtà locali”. Il presidente di Municipia S.p.A. ribadisce infine come l’inversione di rotta nella mobilità non sia rinviabile e “vede come unico sbocco l’attuazione di policy locali e nazionali che riconoscano nella visione globale delle problematiche, nella progettazione integrata degli interventi e, inoltre, nella condivisione dei dati e scambio di best practice la vera soluzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*