Browse By

Gianpietro Benedetti: Gruppo Danieli come Cenerentola, da uno dei tanti a uno dei primi

La rete televisiva regionale Telefriuli ha recentemente intervistato il Presidente di Gruppo Danieli Gianpietro Benedetti in occasione dell’inaugurazione del nuovo impianto di laminazione QWR delle Acciaierie Bertoli Safau. Con il nuovissimo Quality Wire Rod 4.0, il Gruppo è andato a implementare gli stabilimenti ABS di Cargnacco, a Pozzuolo del Friuli (Udine), permettendo la produzione di vergella in acciaio speciale e di qualità.
Nel corso dell’intervista, il Presidente ha ripercorso brevemente la storia dell’azienda, paragonandola a quella di Cenerentola, che passa dall’appartenere all’ultima classe sociale a essere una delle persone più importanti del popolo. Quando fu fondata l’azienda nel 1914, spiega Gianpietro Benedetti, Gruppo Danieli aveva molti competitor a livello mondiale e ha dovuto fare tanta strada per raggiungere la posizione che occupa oggi. Il Presidente confessa: “Noi, come Danieli, eravamo partiti 30 anni fa. Eravamo la Cenerentola su circa 40 costruttori mondiali di impianti”. Ora le cose sono cambiate e Gruppo Danieli si è affermato come uno dei leader mondiali nel settore siderurgico. “Adesso siamo tra i primi tre. Forse siamo secondi. – afferma – Dei 40 iniziali, siamo rimasti in cinque. Sono tutti chiusi: gli americani sono chiusi, gli inglesi sono chiusi, i francesi sono chiusi, i giapponesi hanno comprato gli austriaci”. Come tutti i grandi, anche la società di Buttrio ritiene però che sia fondamentale per un’azienda non fermarsi mai e cercare sempre di migliorarsi. “Il nostro obiettivo è diventare i numeri uno nei prossimi 3-4 anni”, dichiara il Presidente, e poi ironizza: “Così per vincere”.
In seguito alla domanda sull’attuale andamento dell’azienda, Gianpietro Benedetti risponde che per quanto riguarda il primo semestre, in termini di ordini e fatturato, siano andati leggermente meglio dell’anno precedente e che tale progresso sia attribuibile a quella che lui chiama “metamorfosi tre”, ovvero la serie di decisioni prese dopo aver messo in discussione costi, competitività, modo di operare, velocità e tutto ciò che quindi poteva essere migliorato.
Infine, il Presidente spende due parole sui competitor del futuro: i cinesi. Se infatti è vero che al momento il Gruppo può godersi la sua posizione sul podio dei leader mondiali, Gianpietro Benedetti ricorda: “Stanno nascendo i cinesi. In Cina ci sono circa venti aziende che fanno il nostro lavoro. Con la nostra azienda in Cina, il nostro obiettivo difficilissimo è competere nei costi con i concorrenti cinesi. Non ci riusciamo ancora, però è questo l’obiettivo. Altrimenti sarà dura”.

Per visualizzare il video dell’intervista:
https://www.telefriuli.it/cronaca/benedetti-gruppo-danieli-acciaierie/2/220857/art/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*