Browse By

Milano, nasce la Community della Comunicazione: presidente Auro Palomba

Community prende forma. La società della comunicazione integrata creata un anno fa dalla Maurizio Costanzo Comunicazione si struttura, per dar vita a una vera e propria comunità che al momento conta sedi a Milano, Treviso e Roma, ma che in futuro si espanderà nelle altre regioni d’Italia, nella convinzione che il territorio italiano vada seguito con una presenza diretta. A guidarla, Auro Palomba, che lascia contestualmente la direzione generale di Mcc per dedicarsi a tempo pieno alla neonata agenzia. “Al momento di creare Maurizio Costanzo Comunicazione, ha spiegato Palomba, si era pensato di dar vita a una seconda società che potesse competere sul mercato della comunicazione nazionale e con forte attenzione al Nord-Est, dov’è basata la 21, Investimenti di Alessandro Benetton, socia al 50% in Mcc.

In pochi mesi di vita Community ha raggiunto risultati considerevoli, con potenzialità che vanno tuttavia accompagnate da un impegno più costante”. A fine dicembre si è quindi proceduto a un management buy out, e la maggioranza di Community è stata acquisita da Auro Palomba, Stefano Marini, e dalla Btp&P di Linda Bertoni e Alessandro Turgi Prosperi. Mcc ha mantenuto una quota di minoranza, e a testimonianza della fiducia nella nuova iniziativa sarà rappresentata in consiglio di Community da Alessandro Benetton.

L’obiettivo di Community è di fornire un servizio completo alle aziende, con punte di eccellenza nella comunicazione finanziaria, grazie all’esperienza di Stefano Marini, precursore dell’investor relation in Italia e fondatore della relativa associazione; nelle tecnologie, con l’apporto di Btp&P, riconosciuta leader in Italia nel settore di cui è stata pioniera; nelle relazioni istituzionali, con l’impegno diretto di Auro Palomba e Linda Bertoni. Community si pone anche come punto di riferimento per i grandi gruppi internazionali che sono interessati a una maggiore presenza in Italia. Nel piano di sviluppo nazionale, oltre a Milano e Roma, è già attiva la sede di Treviso, nella convinzione che il mercato del Triveneto abbia grosse potenzialità di comunicazione, che necessitano tuttavia una maggiore vicinanza geografica di chi se ne occupa.

FONTE: Marketpress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*